Site's Latest - News/Fratern. - The Offices - Our Addresses - Min. General - General Inform. -  OFM Links

Assisi, Terremoto nei giorni 26 marzo - 5 aprile 1998

Comm. Office note: we are publishing this information as we received it in italian from fr. Gian Maria Polidoro ofm

Assisi 06 aprile 1998

Per oltre una settimana e più precisamente dal 26 marzo al 5 aprile 1998 Assisi è stata ancora colpita più volte dal terremoto con epicentro non lontano dalla città di san Francesco. Non si sono verificati danni ulteriori ai santuari. Il turismo religioso è diminuito, ma non si è fermato. Questi i terremoti che hanno interessato:

- Giovedì 26 marzo, a sei mesi dal grande evento sismico del 26 settembre 1997, si è verificata una forte scossa indicata al 6° grado della scala Mercalli alle ore 17.28 con ipocentro a 45 km di profondità. La sorpresa in Assisi è stata grande e molta anche la paura. Il turismo che stava riprendendo decisamente ha subito rallentato, ma non si è fermato. Non sono stati riscontrati danni particolari alle basiliche ed ai santuari francescani. Tutto il danno è consistito in qualche piccolo aggravamento di lesioni murarie (già evidenziate nel sisma del settembre scorso) e nella caduta di qualche calcinaccio sia nei conventi come nei luoghi di culto.

- Venerdì 03 aprile, alle ore 09.26, scossa fortissima ufficialmente al 7° grado, ma in realtà forse qualcosa in più (magnitudo 4.7). Picco di uno sciame sismico che si è diluito poi in varie scosse a profondità di km 7/8. Nessun crollo, solo caduta di calcinacci e, naturalmente, un aggravio di quanto esistente. Molta gente era nella Basilica della Porziuncola come anche altrove in Assisi.

- Domenica delle Palme 5 aprile, alle ore 17.52, una forte scossa con epicentro la zona di Gualdo Tadino, indicata come 6°/7° grado della scala Mercalli (magnitudo 4.5), ha risvegliato una grande paura nella gente. La scossa era stata preceduta da altre: ore 06.20 (3° grado Mercalli); 13.37 (4° grado Mercalli). E' stata poi seguita, alle ore 18.04 da una scossa del 4° grado e, alle ore 18.23 con una scossa del 3° grado. Nella Basilica di San Francesco la gente, numerosa nella Basilica inferiore per la liturgia domenicale, è fuggita, ma senza panico. Santa Maria degli Angeli dove la liturgia delle palme si svolgeva nella tensostruttura, i devoti non hanno avvertito la scossa. All'interno della Basilica dove è permesso l'accesso per la visita al Santuario la gente era numerosa, ma non vi è stata paura né panico. I religiosi hanno fatto affluire la gente all'esterno con la meraviglia di molti che non avevano avvertito la scossa perché in luoghi più protetti o perchè distratti. Come accaduto con la scossa del 26 marzo vi è stato solo un aggravamento delle lesioni precedenti e ciò in particolar modo alla Basilica di S. Chiara e relativo monastero.

Attualmente i Santuari sono aperti, fatta eccezione per la Basilica di S. Chiara che è chiusa dal settembre scorso. Le liturgie della Settimana Santa si svolgeranno regolarmente; a S. Maria degli Angeli nella tenda antistante la Basilica che può essere visitata; a San Francesco, nella Basilica inferiore.

fr. Gian Maria Polidoro ofm
Assisi 06 aprile 1998

the above information was received at our office
today Tuesday, 07 April, 1998

ofm logo

    Your time actually is:
    Your browser-machine:
    Created / Updated Tuesday, 07 April, 1998 at 08:04:46
    by John Abela ofm for Communications Office - Rome
    HTML 3.0 compatible Java enabled browser - Best viewed with Netscape
    Screen resolution 640x480x67Hz